Un week end a Roma: qualche consiglio su cosa visitare e dove mangiare

Una guida per trascorrere una breve vacanza a Roma, cosa vedere e dove mangiare.

Visitare Roma in pochi giorni non è cosa semplice. Si rischia di trascurare monumenti, musei e angoli suggestivi e importanti della capitale italiana. Le opere d’arte e i monumenti sono presenti in ogni angolo della città. Questo è il motivo principale per cui Roma è una meta ambita da molti turisti che, ogni giorno, si riversano nella capitale d’Italia per farsi affascinare dalla sua bellezza.

Quelli che seguono sono i consigli su ciò che assolutamente, secondo noi, non si può non visitare e sui locali che possono dare un’idea della cucina tipica romana.

Cosa si deve vedere per forza a Roma

Quando si programma una visita nella città eterna, difficilmente non ci si prepara un elenco di luoghi più importanti da vedere, ma nel caso ci capitaste per caso, per lavoro ad esempio, e foste colti impreparati, vi suggeriamo cosa vedere.

Il Colosseo (o Anfiteatro Flavio)

Il nome Colosseo non è il nome originale- Inizialmente fu chiamato Anfiteatro Flavio e solo successivamente cambiato nell’attuale Colosseo. Si tratta del simbolo di Roma nel mondo. La rappresenta in tutto e per tutto. Per questo motivo è meta obbligata per chiunque soggiorni a Roma, anche solo per un giorno. Non è importante conoscerne la storia perché, una volta entrati, ci si immerge nella storia di Roma e si rimane folgorati dalla sua magnificenza.

Il Pantheon

La leggenda narra che il Pantheon sorga nel punto esatto dove Romolo, in punto di morte, venne afferrato da un’aquila e condotto via, in cielo. Probabilmente, insieme al Colosseo, si tratta di uno dei monumenti di Roma più conosciuti al Mondo. Eretto tra il 118 e il 125 D.C., divenne sacrario dei Re d’Italia nel 1870. Sono ancora presenti al suo interno, diverse reliquie di re d’Italia.

Piazza Navona

In un ideale percorso che inizia dal Colosseo al Vaticano, dal Pantheon si passa per una delle piazze più care ai romani, così come ai turisti. Un angolo dove il relax è d’obbligo, seduti su una delle tante panchine che adornano la piazza, o in un ristorante per un pasto, ammirando edifici e monumenti in stile barocco. I centro focale della piazza è senz’altro la fontana dei quattro fiumi, eretta nel 1651 da Bernini. La fontana rappresenta 4 fiumi (Gange, Danubio, Nilo e Plata), sotto le forme di altrettanti giganti. Proprio di fronte alla fontana del Bernini, si trova la Chiesa di Sant’Agnese Agone. Ai due estremi della piazza, altre due fontane la rendono luogo affascinante e sbalorditivo, per concentrazione di opere d’arte. Questo è il motivo principale per cui Roma rimane nel cuore di chi l’ha visitata.

Musei Vaticani di Roma

Universalmente riconosciuti come uno dei complessi museali più belli e ricchi al Mondo, annovera molte collezioni esclusive e di valore inestimabile, distribuite fra ben 13 musei, ciascuno unico e ineguagliabile. Le mura vaticane custodiscono opere antiche provenienti dalle civiltà greca, romana ed etrusca. Fra i capolavori presenti è possibile ammirare opere d’autori eccelsi come Leonardo, Caravaggio e Raffaello. Per visitarli tutti occorrono almeno 3 giorni. Nei periodi di maggior afflusso turistico, la fila per l’ingresso può durare oltre 3 ore, ma ne vale assolutamente la pena.

Dove mangiare

Porta Castello (Vaticano) – Largo di porta castello, 27 – Telefono +39 06 6813 6353

Personale accogliente gentile e premuroso. Piatti tipici romani come la Carbonara, la Cacio e Pepe, i Tortellini alla Papalina (pomodoro e basilico) con un immancabile Carciofo alla Giudìa.
Tutto buonissimo, estremamente buono. Il bis della Carbonara è quasi un obbligo. Buonissima. Personale molto premuroso, specialmente con i bambini. Il prezzo è assolutamente giusto. Assolutamente consigliato.

La Fiaschetta (Piazza Navona/Vaticano) – Via Dei Cappellari, 64 – Telefono +39 06 6821 0599
Pranzo Romano! Una locanda tipica romana, vicina a Campo de Fiori. Il locale è ben arredato e ti invita al cibo. Servizio eccellente e personale cortese. Ottima la Carbonara (rigorosamente col guanciale) e Polpette prelibate con patate. Ottimo il vino, e anche i dolci. Qualità delle materie prime, sempre ben cucinate e ottimo rapporto tra qualità e conto.

La Fraschetta di Castel Sant’Angelo (Castel Sant’Angelo) – Via del Banco di Santo Spirito 20 – Telefono +39 06 6830 7661
Questo locale è Roma! Meraviglioso, semplicemente meraviglioso! In questo posto si vede, si sente e si respira Roma! Pareti giallo-rosse, canzoni della tradizione romana a tutto volume e il personale che ti accoglie e ti ama con tutto il loro cuore! Sarete accolti con un sorriso, e il pranzo non può che iniziare bene in quest’atmosfera. Gli ordini li prende il proprietario che, di norma, si siede accanto a voi e declama l’immancabile antipasto misto della casa, come primi propone le classiche paste romane, “‘na carbonara o ‘na cacio e pepe” e, immancabile, “un po’ de vino, ve va bene?”.
Cibo spettacolare! Antipasti ricchi, oseremmo dire infiniti, con salumi, porchetta, olive, bruschette con il sugo dell’amatriciana e un piatto con una gigantesca mozzarella di bufala su un letto di pane carasau, pomodorini secchi, acciughe e insalata. Spaghetti alla carbonara con guanciale croccante. Rigatoni cacio e pepe che ipnotizzano al solo odorarne il profumo. Serviti direttamente nella padella, perché qui l’importante non è la forma o la presentazione, ma mangiare bene e tanto!